Cellio: i cittadini illustri


Cellio può vantare numerosi cittadini illustri, che si sono distinti nel campo artistico, religioso o militare.

 

Originario di Cellio è infatti l'Alpino Mario Bonini, medaglia d'oro al Valor Militare, morto nel 1941 sul fronte greco-albanese in una eroica azione militare.

 

Don Paolo Edmondo Gianoli fu penitenziere a Cellio per molti anni, risiedendo in quella che oggi è la sede della Pro Loco. Fu cappellano militare, e nel 1916 fu decorato con la medaglia d'argento al Valor Militare.

 

Certamente, però, il cittadino più illustre e importante di Cellio è il "pictor singularis" Lorenzo Antonio Cirillo Peracino, nato al Bosco nel 1710. Artista singolare, è autore di numerose opere della Parrocchiale di Cellio, della Parrocchiale di Breia e di altre numerose Chiese della Parrocchia. La sua opera più importante è senza alcun dubbio però il Santuario del Varallino a Galliate, dove raggiunse il suo massimo artistico.

 

Cittadini onorari di Cellio sono poi i Ranger del IV Reggimento Alpini Paracadutisti, uno dei reparti d'elite del Corpo degli Alpini e dell'Esercito Italiano.

Gli Alpini sono infatti il Corpo di cui hanno fatto parte la maggior parte dei Celliesi che hanno prestato servizio militare, e che ancora oggi portano con grande orgoglio la Penna Nera.